Ragazzi travolti dalla piena, il dolore della mamma di Patrizia

Ragazzi travolti dalla piena, il dolore della mamma di Patrizia – Sono ancora dispersi i tre ragazzi travolti dalla piena del fiume Natisone a Premariacco, fra Udine e il confine sloveno, in Friuli Venezia Giulia. I tre hanno raggiunto a piedi un isolotto di ghiaia al centro del fiume. Poi l’acqua è montata improvvisamente e i giovani sono rimasti bloccati. Un video, diventato virale, li mostra abbracciati per non farsi portare via dalla piena. Le ricerche sono ancora in corso. In queste ore è intervenuta la madre di una delle ragazze. (continua a leggere dopo le foto)

Ragazzi travolti dalla piena, il dolore della mamma di Patrizia

Si sono abbracciati per cercare di resistere alla corrente, insieme, disperati. Ma la forza del Natisone li ha trascinati via. I tre ragazzi vittime del maltempo in Friuli, secondo quanto riferiscono i media, tra cui «Leggo», sono Patrizia Cormos, 20 anni, Bianca Doros, 23, e il suo fidanzato di 25 anni. (continua a leggere dopo le foto)

Maltempo in Friuli Venezia Giulia: chi sono i tre ragazzi dispersi nel fiume Natisone

Patrizia Cormos viveva con la famiglia a Basaldella di Campoformido, a pochi passi da Udine. Era una studentessa al secondo anno dell’Accademia di Belle Arti Tiepolo, corso di Interior design. Bianca Doros, sua amica, era arrivata da pochi giorni dalla Romania a Udine per trovare i genitori che vivono lì. La terza persona dispersa è il fidanzato di Bianca, originario della Romania e residente in Austria. Sulla riva del fiume è stata trovata un’automobile Bmw con targa della Romania. 

Ragazzi travolti nel fiume Natisone: parla la mamma di Patrizia

«Erano venuti a trovarla due amici, in particolare una ragazza con il suo fidanzato, lui sta in Austria. Lei aveva avuto un esame oggi. Mi aveva detto “Lasciami andare con loro, stiamo un po’ insieme e facciamo qualche foto”. E io le avevo suggerito di non andare, perché era stanca. La sera prima era andata anche a lavorare. Ma poi lei mi aveva detto “Ma dai, non arrabbiarti, lasciami andare” e così, alla fine, le avevo detto “Va bene amore, vai”», il racconto della mamma della giovane Patrizia a il «Messaggero Veneto». (continua a leggere dopo le foto)

Ragazzi travolti dal fiume: le ricerche proseguono

Le ricerche sono andate avanti per tutta la notte. E proseguono. «Imponente lo schieramento di mezzi che dalle prime luci dell’alba stanno setacciato la forra di Premariacco in direzione Paderno», ha fatto sapere in un post il sindaco Premariacco Michele De Sabata, postando la foto dei mezzi dei Vigili del Fuoco. «Durante la notte hanno sospeso in un punto le ricerche in attesa di potersi calare o risalire dal fiume. Sono ore decisive», ha aggiunto sempre il primo cittadino.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.