“Tra loro è finita”. Uomini e Donne, Maria De Filippi delusa da Ida Platano. “Cosa succede ora”

Stanno emergendo alcuni retroscena su Uomini e Donne, ora che è ormai finita la stagione televisiva. E si sta parlando di Maria De Filippi e Ida Platano, che non si sarebbero lasciate nel migliore dei modi. Un’indiscrezione sulla conduttrice e la tronista del dating show di Canale 5 sta facendo il giro della rete e questo potrebbe comportare qualche grattacapo.

A quanto pare, dopo averla messa sul trono di Uomini e Donne, Maria De Filippi avrebbe voluto altro da Ida Platano. Ma non è andata bene e ora la situazione tra le due si sarebbe complicata. A soffermarsi su questo argomento è stato il settimanale Nuovo Tv, che ha fornito dunque alcune interessanti notizie sull’ultima stagione del programma Mediaset.

Uomini e Donne, l’insofferenza di Maria De Filippi verso Ida Platano

La conduttrice di Uomini e Donne non sarebbe rimasta affatto contenta del percorso fatto dalla tronista. Maria De Filippi avrebbe manifestato la sua insofferenza nei confronti di Ida Platano, infatti si sarebbe aspettata qualcosa in più. Ricordiamo che lei non ha fatto nessuna scelta, infatti ha preferito restare single non fidanzandosi con nessuno dei due corteggiatori rimasti, Mario e Pierpaolo.

Il settimanale di Riccardo Signoretti ha scritto: “Maria è rimasta delusa dalla volubile Ida Platano“. Ma la De Filippi è pronta per rimediare: “Adesso vuole Tina Cipollari sul trono“. Quindi, resta da capire quale sarà il futuro della Platano, visto che potrebbe non trovare più posto nel parterre. O dovrebbe diventare nuovamente una dama del Trono Over.

E Mario Cusitore, corteggiatore di Ida, potrebbe invece essere scelto come cavaliere di Uomini e Donne, dato che a molti telespettatori è piaciuto. Tutto sarà più chiaro nei prossimi mesi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.