“Addio, dolce collega”. Giornalismo italiano in lutto, è morta a soli 44 anni a causa di una malattia

Era un punto di riferimento per gli artisti, il mondo della musica italiana e internazionale, e per i tanti giornalisti con cui ogni giorno lavorava. Il giornalismo e della cultura sono in lutto per la prematura scomparsa della giornalista. È morta prematuramente, aveva solo 44 anni.

I funerali della giornalista, si legge sul post scritto sulla pagina ufficiale del teatro San Carlo di Napoli, si terranno venerdì 31 maggio alle 12 nella chiesa di San Ferdinando, detta degli artisti, in piazza Trieste e Trento, a pochi passi dal teatro San Carlo di Napoli.

Teatro San Carlo in lutto, è morta Giulia Romito

Teatro San Carlo in lutto, è morta Giulia Romito

Giulia Romito lavorava al Teatro San Carlo, era tra i responsabili dell’Ufficio Stampa. Aveva 44 anni ed è morta a causa di un male improvviso che l’ha portata via in pochissimi mesi. Sulla pagina ufficiale del teatro napoletano un ricordo toccante, pubblicato a corredo di una foto della giornalista seduta sul pavimento del teatro, con le gambe incrociate, ad ammirare la bellissima e storica struttura che ha ospitato grandi artisti italiani e internazionali.

Teatro San Carlo in lutto, è morta Giulia Romito

Originaria di Caserta, professionista stimata, era nata e cresciuta nel teatro seguendo la passione di famiglia per la musica: il papà, Giuseppe, per anni era stato primo oboe dell’orchestra. “Tutti i lavoratori della Fondazione Teatro di San Carlo – si legge – esprimono il più profondo cordoglio per l’improvvisa e prematura scomparsa di Giulia Romito, ufficio stampa del lirico di Napoli. La ricordiamo con amore, così nel suo Teatro”, si legge sul post pubblicato su Facebook, dove sono arrivati tantissimi commenti.

“Non ci posso credere, non ci voglio credere…… non è possibile”, scrive Vincenzo Costanzo. “Ci uniamo con affetto e partecipazione al dolore della famiglia e dei colleghi del Teatro San Carlo”, è il ricordo scritto dalla pagina del Rossini Opera Festival. E ancora: “Mi associo al cordoglio, memore della lunga condivisione degli ideali d’arte con la famiglia Romito nel comune lavoro per il San Carlo”, “Che immensa tristezza! Giulia è stata una straordinaria collega negli anni in cui ho lavorato al San Carlo. Sono vicino alla sua famiglia e al Teatro”, “Che dolore immenso! Le più sentite condoglianze a tutti i suoi cari. Cara Giulia fai buon viaggio, riposa in pace”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.