Kate Middleton, probabile nuovo intervento chirurgico: “Situazione peggiore del previsto”

La salute di Kate Middleton, Principessa del Galles, sta generando crescente preoccupazione. Secondo la giornalista spagnola e esperta di reali, Concha Calleja, la situazione non sarebbe affatto rosea. Durante un intervento nel programma televisivo “Fiesta” di Telecinco, Calleja ha rivelato dettagli inquietanti sullo stato di salute della Duchessa, suscitando apprensione tra i sudditi e gli osservatori della famiglia reale.

Negli ultimi tempi, le speculazioni sullo stato di salute di Kate Middleton si sono intensificate. Il tabloid americano National Enquirer ha addirittura affermato che il Principe William teme per la vita della moglie. Secondo il sito di gossip Radar Online, Kate starebbe soffrendo di stanchezza, nausea e altri effetti collaterali dovuti a un regime di chemioterapia preventiva.

Calleja ha riferito che il percorso di cura di Kate Middleton non finirà prima di agosto e che è previsto un ulteriore intervento chirurgico entro la fine dell’anno. Questa operazione sarebbe parte di un processo medico complesso che la Principessa sta affrontando da mesi. “Il peggio non è ancora arrivato”, ha detto Calleja, sottolineando la gravità della situazione.

Nonostante le difficoltà, il Principe William è sempre al fianco di Kate, dividendo il suo tempo tra la vita familiare e i pochi impegni pubblici necessari. La dedizione del Principe testimonia la sua preoccupazione e il suo supporto costante durante questo difficile periodo

In virtù del secondo intervento chirurgico previsto, l’agenda pubblica di Kate Middleton rimarrà vuota fino alla fine del 2024, con un ritorno in pubblico non previsto prima del 2025. La giornalista Pilar Eyre ha aggiunto che la guarigione di Kate si sta rivelando più complicata del previsto, con la famiglia reale in uno stato di agitazione e apprensione. Eyre ha descritto Kate come fisicamente debilitata, ancora incapace di camminare autonomamente, e fortemente provata dalla chemioterapia preventiva

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.