Gina Lollobrigida, all’asta tutti i suoi cimeli per saldare i debiti

Opere d’arte, cimeli oggetti personali appartenuti alla diva Gina Lollobrigida vanno all’asta. Vissuta tra l’Italia e il mondo, incontrando alcuni dei più noti protagonisti del XX secolo, l’attrice ha trascorso gli ultimi anni della sua vita sull’Appia Antica a Roma, in una villa che raccontava la sua carriera e dove custodiva pezzi preziosissimi, unici e personali. Così, il 28 e 29 maggio a Genova 410 pezzi appartenuti alla Lollo, verranno venduti all’asta.

Una collezione sorprendente quella appartenuta all’attrice scomparsa nel gennaio 2023 a 95 anni. Tra gli oggetti figurano arredi, gioielli e opere d’arte, come un monumentale monetiere siciliano, spade di duello cinematografiche, sgabelli Dinastia Qing, sculture tibetane, icone russe, vedute settecentesche e quadri fiamminghi. Spiccano un secchiello per il ghiaccio di Cartier e uno chandelier di notevoli dimensioni, insieme a una scultura realizzata da Giacomo Manzù, che raffigura la stessa Lollobrigida.

L’evento è stato organizzato dalla Casa d’aste Wannenes nella sua sede genovese di Villa Carrega Cataldi, nel quartiere Albaro. Prima dell’evento, dal 25 al 27 maggio, l’esposizione dei pezzi. “Siamo orgogliosi di essere stati scelti per gestire in asta la Collezione di Gina Lollobrigida. Una collezione unica come unica è stata la vita di questa straordinaria attrice. Da Fidel Castro a Marilyn Monroe, da Federico Fellini a Bill Clinton passando per Henry Kissinger, Humphrey Bogart e Salvador Dalì, sono davvero molti gli incontri che il catalogo dell’asta ripercorrerà attraverso fotografie, cimeli, attestati e riconoscimenti. A questi si aggiungeranno opere d’arte e arredi di un gusto raffinato e internazionale. Una ulteriore dimostrazione della grandezza di un’attrice che ha saputo essere globale quando il mondo non conosceva ancora il significato di questa parola”, spiega Guido Wannenes, ad della Casa d’aste Wannenes. L’asta include anche l’orologio Seiko regalato da Fidel Castro, e la macchina fotografica usata da Lollobrigida durante i suoi viaggi come fotoreporter, oltre alla stella della Walk of Fame e due Nastri d’Argento.

Gina Lollobrigida villa Appia

Anche i gioielli che la diva ha tenuto fino alla fine saranno battuti, seguiti da quelli già venduti per quasi cinque milioni di dollari da Sotheby’s. “Esistono due tipi di cataloghi: quelli che raccontano una storia e quelli che raccontano La Storia”, afferma Wannenes, sottolineando l’unicità e il valore inestimabile dei lotti. L’asta è organizzata per saldare i debiti lasciati dalla diva, scomparsa due anni fa tra controversie legali che coinvolgono il suo factotum Andrea Piazzolla e il figlio Milko Skofic.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.