Giada morta a 8 anni ok un tragico incidente: la lezione di ginnastica e la partita del fratellino prima dello schianto

“Era la bimba più dolce del mondo. Gioiosa, scherzosa, intelligente”. Poche e commosse parole. Così alcuni parenti descrivono Giada Paolella, la bimba di 8 anni morta nel tragico incidente di martedì sera (7 maggio) sulla provinciale Valle Seriana, a Clusone. Gravemente ferita anche la nonna Paola Migliorati, 60 anni, al volante della Seat Ibiza ridotta ad un ammasso di lamiere. “È stabile, ma grave – confida la sorella -. Da Brescia (dove è stata ricoverata agli Spedali Civili, ndr) arrivano poche notizie. Siamo in attesa”.

L’ultima lezione di ginnastica artistica della piccola Giada

Martedì pomeriggio, Giada era andata ad allenarsi al centro sportivo di Rovetta, dove frequentava un corso di ginnastica artistica. L’ultima lezione della sua giovane vita. Poi, insieme alla nonna, era andata a prendere il fratello di 9 anni a Zanica, dov’era in programma una partita di calcio tra la sua squadra, i pulcini dell’U.S. Rovetta, e i pari età dell’AlbinoLeffe. Sulla via del ritorno, il drammatico incidente.

Nonna e nipoti percorrevano l’ex statale 671 verso l’alta valle su una Seat Ibiza, mentre nella direzione opposta procedeva una Bmw 320 sulla quale viaggiava una coppia del posto. L’impatto, causato probabilmente da una distrazione, è stato particolarmente violento e la piccola Giada è morta sul colpo. Il fratellino ha riportato una frattura a un femore, mentre la nonna, di 60 anni, ha riportato ferite gravi ed è ricoverata in terapia intensiva e in prognosi riservata agli Spedali Civili di Brescia, portata con l’elisoccorso del 118 arrivato proprio da Brescia.

Il bambino di 9 anni, Davide, è invece ricoverato all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dov’è stato trasferito con un secondo elicottero giunto da Sondrio. Meno gravi, invece, gli occupanti dell’altra vettura, un uomo e una donna cinquantenni, portati lui al Papa Giovanni e lei all’ospedale Gavazzeni di Bergamo. I carabinieri del nucleo radiomobile di Clusone stanno ancora lavorando per ricostruire l’esatta dinamica di quanto avvenuto: una pattuglia si è occupata dei rilievi, mentre sul posto sono giunti anche i vigili del fuoco con due mezzi da Gazzaniga e Clusone.

Il dolore per la morte di Giada

Grande il cordoglio a Castione per la morte della piccola Giada: ad esprimerlo a nome della comunità è il sindaco, Angelo Migliorati. «Questa mattina un grande dolore e una infinita tristezza pervade tutto il paese per il terribile incidente di questa notte a Clusone, che è costato la vita alla piccola Giada di soli 8 anni. Restano gravi le condizioni della nonna Paola ed è in ospedale anche il fratellino Davide. Non si hanno parole per tragedie come questa… Ci stringiamo forte intorno ai famigliari ed in particolare alla mamma Laura ed al papà Roberto». I due genitori sono molto conosciuti in valle perché lavorano da tempo come camerieri in un albergo di Bratto, frazione di Castione dove si trova la scuola frequentata da Giada e Davide. La famiglia abita invece in un’altra frazione, Rusio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.