Mamma chiama la polizia dopo aver visto cosa stava facendo la figlia di 3 anni sul sedile posteriore della sua auto

La storia che vogliamo raccontare oggi proviene dall’Arizona e sta facendo il giro del web, diventando virale. Una giovane mamma si è resa protagonista di un gesto a dir poco incredibile. La donna ha infatti deciso di chiamare la polizia dopo aver visto cosa stava facendo la figlioletta di soli 3 anni nel sedile posteriore della sua auto.

mamma chiama la polizia

Michelle, questo il nome della donna, ha dichiarato di essere ricorsa a questo gesto solamente per il bene di sua figlia. Nonostante ciò, sono stati molti coloro che hanno criticato il suo comportamento, definendo l’atteggiamento di Michelle troppo pesante. Siete curiosi di scoprire cosa ha fatto questa mamma? Scopriamolo insieme.

Una giovane mamma decide di chiamare la Polizia dopo che suo figlio rifiuta di indossare la cintura di sicurezza

Michelle era in giro con sua figlia Camile in auto quando, all’improvviso, ha guardato nello specchietto retrovisore e ha visto che sua figlia non indossava la cintura di sicurezza.

mamma e figlia

Michelle ha raccontato che la bambina le urlava contro, piangeva e non voleva obbedire ai suoi ordini. Ogni volta che Michelle le metteva la cintura, Camile se la toglieva immediatamente. Proprio in questo momento la donna ha deciso di intraprendere un’azione inaspettata, dal momento che ha deciso di chiamare la Polizia.

cintura di sicurezza

Dopo la chiamata, due agenti di polizia si sono recati a casa di Michelle ed hanno spiegato tutto a sua figlia. Sebbene Camile all’inizio fosse abbastanza spaventata, poco dopo ha iniziato a capire la situazione, promettendo di indossare sempre la cintura di sicurezza e di obbedire quando sua madre dice qualcosa.

polizia

Come già anticipato, la storia è diventata virale sul web ed ha diviso il popolo della rete. Alcune persone, infatti, hanno trovato ancora l’atteggiamento della madre troppo pesante, mentre altri hanno ammirato il suo comportamento così come quello degli agenti di polizia.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.