“Ci sono morti e feriti”. Strage sulla ferrovia, due treni si scontrano a oltre 100 chilometri orari: soccorsi sul posto

Violento scontro tra due treni, drammatico il bilancio in seguito all’incidente. Erano le 21,30 quando nei pressi della città di Novska in Croazia un treno merci e uno passeggeri si sono violentemente scontrati sui binari di percorrenza. Al momento si registrano 6 morti e 11 feriti.

Scontro tra due treni in Croazia, drammatico il bilancio. Non 3 bensì 6 i morti registrati fino a questo momento, e 11 i feriti trasportati negli ospedali delle città di Slavonski, Brod, Pakrac e Nova Gradiska. La direzione della Protezione civile croata ha annunciato che squadre mediche, vigili del fuoco e agenti di polizia si sono recati sul luogo dell’incidente.

Scontro tra due treni in Croazia 6 morti e 11 feriti

Scontro tra due treni in Croazia. Drammatico il bilancio: 6 morti e 11 feriti

Oltre ai soccorsi, sul posto si è recato anche il primo ministro della Croazia Andrej Plenkovic e il ministro della Salute, Vili Beros. Plenkovich, tramite il suo account Twitter, ha annunciato un’indagine “per determinare tutte le circostanze di questo incidente ferroviario”.

Scontro tra due treni in Croazia 6 morti e 11 feriti

Stando a una prima ricostruzione dei fatti, pare che il treno passeggeri possa aver saltato un semaforo rosso durante il tragitto di percorrenza sui binari, andandosi dunque a scontrare con un treno merci fermo. L’impatto è avvenuto a una velocità di 100 chilometri orari.

Scontro tra due treni in Croazia 6 morti e 11 feriti

Sulla dinamica continuano a indagare le autorità locali. Alcuni feriti sono gravi, ma, sottolinea il primo ministro, nessuno corre pericolo di vita, riferisce il primo ministro della Croazia Andrej Plenkovic: “Almeno 11 i feriti portati in ospedale. Sappiamo che tre sono croati e 8 stranieri “.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.