Italia, enorme tromba marina spaventa i bagnanti. La situazione

Nella giornata di ieri, 24 giugno, una forte ondata di maltempo si è abbattuta in gran parte del settentrione e ha prodotto notevoli disagi. A causare questa improvvisa instabilità del clima, l’arrivo di un fronte perturbato proveniente dal Mediterraneo occidentale che si è riversato soprattutto nelle regioni del nord.

Nelle zone più colpite si sono segnalati numerosi disagi, prodotti da fenomeni temporaleschi piuttosto violenti e grandinate copiose. Ma non è tutto, una nota località balneare è stata colpita da una terribile tromba d’aria che ha gettato nel panico più totale la popolazione presente: ecco cosa è successo.

L’accaduto

Secondo quanto riporta il sito ‘ilrestodelcarlino.it’ una violenta tromba d’aria si è abbattuta nei pressi di Riccione, provocando numerosi danni. Le trombe d’aria sono fenomeni meteorologici altamente distruttivi, che consistono in un vortice d’aria particolarmente violento solitamente in concomitanza con forti temporali. A parte la grande paura per un evento a cui non siamo affatto abituati, gli sventurati testimoni presenti sul posto non hanno riportato alcun tipo di conseguenza. 

Si segnalano invece ingenti danni soprattutto ai numerosi stabilimenti balneari della zona. Come noto Riccione è una località molto turistica, tuttavia non si è affatto preparati a calamità naturali assolutamente rari nelle nostre coste. Ad essere interessata è stata soprattutto la zona del Marano, dove le strutture del posto sono state colte decisamente di sorpresa. 

Il fatto insolito è che, nel caso in questione, la tromba d’aria si sia generata in assenza del classico temporale, ad ogni modo si tratta di un fenomeno che si genera solitamente in mare per via di un congesto e che raramente raggiunge la costa. Nella giornata di oggi il clima si è di nuovo stabilizzato riportando il sereno, grazie anche alla presenza di un campo di Alta pressione di origine subtropicale che ha respinto la perturbazione di ieri. 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.