Panace di Mantegazza, attenzione a questa pericolosissima pianta: può causare gravi ustioni e cecità

La pianta nota in Italia come Panace di Mantegazza è considerata la pianta più pericolosa della Gran Bretagna. Lì si chiama “Giant Hogweed”, e causa gravi danni a chi ne sfiora foglie e fiori. Tra gli effetti collaterali si segnalano, infatti, infiammazioni cutanee, vere e proprie ustionimacchie viola sulla pelle fino, nei casi più gravi, cecità.

Panace di Mantegazza, come riconoscerla e dove si trova

La pericolosissima pianta prospera nei luoghi soleggiati. Il cespuglio può arrivare alla impressionante altezza di cinque metri. Lo stelo della Panace presenta puntini bianchi e viola. In cima si formano fiori bianchi disposti “a ombrello”. Nel nostro Paese, la Panace Gigante si trova soprattutto in Lombardia, come riporta il Messaggero, è stata segnalata dall’Orto Botanico di Bergamo in Val Seriana, tra Ponte Nossa e Clusone , in PiemonteValle d’Aosta e Liguria. Più rara, ma comunque presente, in Veneto e in Trentino.

Gli effetti del contatto con la pianta

La linfa della pianta contiene sostanze tossiche organiche. Se la pelle viene a contatto con questa pianta si formano grandi e dolorosi vesciche, eruzioni cutanee che possono durare mesi con danni anche a lungo termine con vistose cicatrici. Altre conseguenze posso essere ustioni gravi, dolorose vesciche, infiammazioni, persino la cecità qualora la pianta sfiorasse gli occhi. Non sono stati registrati casi in cui il contatto con la pianta ha causato la morte. Importante, ovviamente, restarne alla larga. In caso di contatto è fondamentale restare lontani dal sole, la cui luce infatti attiva le tossine e la reazione allergica.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.