TERRIBILE SCHIANTO PER IL VIP ITALIANO: È IN GRAVISSIME CONDIZIONI

Dopo una brillante carriera da ciclista si era catapultato nel mondo della ristorazione. D’altronde viene da una famiglia di ristoratori, ed in questo mondo si è subito fatto strada a suon di premi e riconoscimenti. Tuttavia non aveva mai abbandonato la sua passione per il ciclismo, dedicandosi nel tempo libero a lunghe pedalate nella zona della sua Pinerolo.

Purtroppo proprio durante la sua ultima uscita in bicicletta, è stato travolto da un’auto riportando gravissime ferite. Lo chef 43enne è stato immediatamente soccorso e trasportato d’urgenza presso il Cto di Torino, dove si trova ancora ricoverato nel riparto di rianimazione: ecco le ultime novità.

L’ACCADUTO

Il noto chef stellato di Pinerolo, Christian Milone, sta lottando ancora per la vita dopo un bruttissimo incidente in bici avvenuto questo lunedì. Il terribile schianto con l’auto gli ha procurato fratture molto serie, tanto da dover essere subito operato. Al momento si trova in coma farmacologico nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Torino.

Intanto i carabinieri stanno indagando per ricostruire la dinamica dell’incidente e chiarire al meglio quanto accaduto lunedì sulla provinciale 129 di Pinerolo. Christian Milone è stato un ciclista professionista, riuscendo ad approdare persino al Giro d’Italia del 2002, per poi decidere di abbandonare il professionismo e diventare lo chef della Trattoria Zappatori.

Dalla sua biografia presente sul sito della trattoria si legge quanto segue: “Sono lo chef della Trattoria Zappatori dal 2006, dopo una carriera da ciclista professionista. Dedizione, sacrificio e metodo che dallo sport ho trasportato nella mia cucina. Devo migliorare a ogni piatto”. Proprio grazie a questa sua dedizione poteva vantare una stella Michelin e numerosi riconoscimenti internazionali. Si attendono ora ulteriori aggiornamenti circa il suo stato di salute, la speranza è che possa presto riprendersi da questo brutto incidente e tornare al lavoro che lo ha reso celebre in tutta Italia.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.