“Perché proprio tu?!”. Strazio e dolore per la fine di Nunzio, morto a 58 anni mentre si allenava

Nunzio Ganci muore dopo un malore, 58 anni il suo cuore ha smesso di battere mentre faceva ciò che amava di più: correre. “Sono sconvolto – dice un amico -. Una notizia terribile. Non ho parole”. Negli scorsi mesi Ganci aveva perso il padre, Tommaso, tra i pionieri del running a Palermo: insieme condividevano la grande passione per la corsa. Nunzio Ganci era anche il proprietario del ristorante pizzeria La Posada di via Amari.


La tragedia si è verificata questa mattina poco dopo le 9 mentre correva, negli spazi di Case Rocca, in viale del Fante nella zona della Favorita. A quanto si apprende Nunzio Ganci si sarebbe sentito male sotto gli occhi di altre decine di persone. Immediatamente sono arrivati i soccorsi che, arrivati sul posto, non hanno potuto far altro che constatare la morte dell’uomo. La notizia ha fatto immediatamente il giro della città.

nunzio ganci muore dopo malore

Nunzio Ganci muore dopo un malore: lo strazio degli amici


Tantissimi i messaggi social arrivati: “Mi permetto di pubblicare questa foto perché sei stato uno dei primi ”rivali” della mia carriera podistica. Una gran persona perbene, un atleta corretto e sorridente in qualsiasi occasione. Che Dio ti abbia in gloria amico mio”, ha scritto Liborio. “Fa così male adesso andare a correre senza vederti allo stadio ogni mattina”, ha voluto scrivere Francesca.

nunzio ganci muore dopo malore


E ancora Accatredicietrenta: “Queste sono le notizie che non vorremmo mai ricevere. A causa di un malore improvviso stamattina Nunzio Ganci a pochi mesi dal padre Tommaso è morto mentre si allenava. Nunzio è stato nostro tesserato per diversi anni e lo vogliamo ricordare così sorridente”. Solo nei giorni scorsi si era verificata una tragedia simile.

nunzio ganci muore dopo malore


Alessio Gamba. 42 anni, si era accasciato a pochi passi dalla farmacia da dove poco prima era uscito spingendo il carrozzino con la figlia di 7 mesi. La tragedia si è consumata a nel pomeriggio del 10 maggio a Sopraponte di Gavardo, in provincia di Brescia. “Mi sento poco bene”, avrebbe riferito alle farmaciste della Farmacia Pasini dove era entrato per comprare del latte in polvere per la figlia.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.