Nuove regole e nuove multe dal 1° maggio: ecco cosa cambia in Italia

Sono in arrivo nuove regole e nuove multe dal 1° maggio 2022 in Italia. La decisione è stata presa dal governo Draghi. Gli italiani dovranno attenersi alle nuove regole imposte dal Governo. In caso di inadempienza ci potrebbe essere anche una multa molto salata. Per questo motivo, state bene attenti a quello che in questo articolo vi diremo. Di seguito vi spieghiamo quali sono le nuove regole da seguire a partire dal 1° maggio 2022. (Continua dopo la foto…)

Nuove regole e nuove multe dal 1° maggio 2022

Non c’è pace per gli italiani. Dopo le regole imposte per contrastare la pandemia di Covid-19, arrivano nuove norme da seguire a partire dal 1° maggio 2022. La decisione è stata presa dal governo Draghi ed annunciata nelle scorse ore. Gli italiani dovranno fare attenzione a queste nuove regole introdotte dal governo perchè, in caso di inadempienza, si rischia una grossa sanzione amministrativa. Il mondo cambia e l’Italia deve per forza adattarsi. Di sotto, però, ci va come sempre il popolo ed in questo caso gli italiani che, a partire dal 1° maggio 2022, dovranno fare attenzione a queste nuove norme. Di seguito vi sveliamo nei minimi dettagli di che cosa si tratta. (Continua dopo la foto…)

Le regole da seguire dal 1° maggio 2022

Dal primo maggio 2022 ci saranno nuove regole da seguire sui condizionatori. Il piano è stato approvato dal governo ed ha come obiettivo quello di tagliare i consumi di elettricità – e di conseguenza di gas – per permettere al Paese di rendersi indipendente dal gas russo. Il governo italiano si è imposto l’obiettivo di risparmiare fino a 4 miliardi di metri cubi nel 2022. Dal 1° maggio 2022, dunque, ci saranno nuove norme da seguire e andiamo a vederle nel dettaglio.

Negli uffici pubblici e nelle scuole, la media ponderata delle temperature misurata nei singoli ambienti non dovrà superare i 19 gradi d’inverno e dovrà essere minore di 27 gradi in estate, con un margine tollerato di due gradi (estendibile dunque a 25). L’emendamento non riguarderà al momento cliniche, ospedali e case di cura che hanno esigenze diverse. Per gli irregolari sono previste multe da 500 fino a 3.000 euro. Resta il nodo controlli: le verifiche, infatti, andrebbero fatte controllando ogni singolo immobile, sicuramente assai complicato.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.