“Non ce l’ha fatta”. Cinema italiano in lutto, l’attore vittima di un incidente stradale

Cinema italiano in lutto per la morte dell’attore e doppiatore. La notizia è stata data domenica 23 gennaio dal sindaco di Adria Omar Barbierato. L’attore era nato proprio nel Comune veneto il 28 ottobre 1951.

“Esprimo il mio personale cordoglio e quello di tutta la comunità adriese che rappresento, alla famiglia di Renato, alla moglie Miriam, al figlio, alla sorella e a quanti gli erano vicini. -ha scritto il primo cittadino – Era legato alla sua Adria, alla sua Baricetta, dove aveva vissuto con la famiglia fino all’età di vent’anni, per poi proseguire gli studi all’accademia nazionale d’arte drammatica “Silvio d’Amico” di Roma e intraprendere la carriera di attore di teatro, cinema e anche doppiatore”.

“Una carriera importante per Renato Cecchetto, contraddistinta da soddisfazioni e premi significativi, ma sempre con la sua Adria nel cuore. Lui stesso lo disse in occasione della consegna del premio “Adria riconoscente” che gli consegnai il 29 agosto 2019 in una cerimonia organizzata in sala consigliare. Una notizia che lascia sgomento e dolore”, ha concluso nel ricordo dell’attore.00:00/00:00

Renato Cecchetto morto attore

Tra le interpretazioni più note di Renato Cecchetto, oltre ad Augusto Verdirame nel secondo capitolo di Amici Miei, quella del dirigente digos in “Fracchia, la belva umana” con Paolo Villaggio, Parenti serpenti e Pierino colpisce ancora. Per la televisione ha vestito i panni del giudice Bordonaro nelle prime due edizioni della famosa serie Rai La piovra.

Renato Cecchetto ha lavorato con registi del calibro di Mario Monicelli, Steno, Marco Ferreri, Damiano Damiani e oltre alla recitazione lavorava come doppiatore. Indimenticabili le sue voci in Monster&co, Cars, Alla ricerca di Nemo e, sopratutto, Shrek, dove doppiava proprio il celebre Orco del cartone animato. L’attore è deceduto all’ospedale San Camillo di Roma Renato Cecchetto, per l’aggravarsi della situazione a seguito di una caduta in scooter.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.