Pordenone, medico di base muore all’improvviso durante una visita

Loading...

La storia che vi stiamo per raccontare arriva dalla provincia di Pordenone. Un medico di base di San Vito al Tagliamento ed ex assessore delle Giunte Gregoris e Di Bisceglie è venuto a mancare all’improvviso durante visita medica. Nonostante l’arrivo immediato dei medici del 118 e il ricovero d’urgenza in ospedale, per lui non c’è stato nulla da fare. La notizia della tragica scomparsa di Piero Maronese è stata riportata da Il Gazzettino e dal Messaggero veneto. (Continua a leggere dopo la foto)

Pordenone, medico di base muore all’improvviso durante una visita

Piero Maronese, medico di base, ex consigliere comunale ed ex assessore di San Vito, è morto all’improvviso il 7 dicembre 2021 a soli 64 anni, per un malore durante una visita, lasciando sconvolta l’intera comunità della provincia di Pordenone. L’uomo ha lasciato la moglie Monica Tesolin e le due figlie Daria e Irene. Maronese si era laureato in medicina e chirurgia all’università di Trieste nel luglio 1984. Oltre alla sua professione di medico di base, Maronese ha sempre dedicato molto tempo anche alla politica. Nel 2001 era stato eletto in consiglio con la civica Alleanza per San Vito ed era stato confermato nel 2006 e nel 2011. Inoltre, insieme a Emilio De Mattio aveva fondato la civica Progetto Insieme. (Continua a leggere dopo la foto)

Loading...

Emilio De Mattio ricorda Piero Maronese

Emilio De Mattio, attraverso un suo intervento al Messaggero veneto, come riportato da Libero, ha deciso di ricordare Piero Maronese con queste semplici ma efficaci parole: «Piero per me è stato più di un amico. Ho iniziato e terminato la mia esperienza amministrativa al suo fianco, condividendo emozioni e scelte. È stato per me prima una guida, poi un amico di uno spessore umano e intellettuale difficili da dimenticare. Si rendeva disponibile per qualsiasi cosa e lo vorrei qui ancora per ringraziarlo». Che dire? Una notizia straziante che ha lasciato un’intera comunità completamente senza parole.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.