Boschi dell’Antrona infestati da un fungo neozelandese: sembra un essere “extraterrestre”

Osservando attentamente le foto provenienti dai boschi dell’Antrona sembra essere alla presenza di una figura decisamente particolare, quasi extraterrestre. Con il suo aspetto rosato con tanti tentacoli sembra ricordare qualche strano abitante marino, ma realtà e tutt’altra. Si tratta, infatti, di un fungo molto particolare e raro di origine neozelandese, ritrovato in Ossola. Questo strano fungo è conosciuto con dei nomi davvero molto originali “Clathrus archeri” (fungo tentacolo), “Octopus Stinkhorn” (fungo polpo) o “devil’s fingers” (dita del diavolo), è un fungo saprofita parente del fungo lanterna. Ma com’è arrivato in questi luoghi? Scopriamolo insieme. (Continua a leggere dopo la foto)

Boschi dell’Antrona infestati da un fungo neozelandese

Nei boschi dell’Antrona in Ossola è stato rinvenuto un particolare tipo di fungo molto particolare, che dall’aspetto ricorda un polpo. Come riportato dal sito Ossola 24, il micologo dell’Asl Dimitri Gioffi ha spiegato: «Se ne era trovato un altro alcuni anni fa a Coimo di Druogn, si chiama “Clathrus archeri”, questa specie, originaria della Nuova Zelanda, è arrivata in Europa negli anni ’40, probabilmente con i soldati e i mezzi della Guerra Mondiale. Non è una specie commestibile, emana un forte odore fetido, che attira gli insetti attraverso i quali si diffondono le sue spore. Quello nella foto è un bell’esemplare. Ma non c’è bisogno di prenderlo con un bastone, i funghi non hanno mai morso nessuno!» Dunque, come ha ben spiegato il micologo, questo tipo di fungo sia per l’aspetto che per l’odore non è invitante, ma allo stato di ovolo in alcuni paesi viene consumato senza problemi. Conosciamo meglio la storia di questo essere “extraterrestre”. (Continua a leggere dopo la foto)

Uno strano “extraterrestre”

Il fungo polpo è originario dell’Australia ed è stato accidentalmente introdotto in Nord America, Asia ed Europa alla fine del 1800, attraverso un sacco di lana, destinato per le filature d’Europa. Nel 1918 è stato scoperto in Francia nei pressi di una base militare che era stata occupata dalle truppe australiane durante la Prima Guerra Mondiale. Il primo esemplare di fungo polpo nelle Americhe è stato scoperto invece nel 1980. Si pensa che oltre oceano sia giunto attraverso il terreno di piante esotiche importate negli Stati Uniti. Qual è la sua struttura? Il fungo ha la forma di un  uovo da cui fuoriescono da 4 a 7 “braccia”, inizialmente erette e unite all’apice. Quanto è maturo il fungo polpo emana un odore pungente che gli serve per attirare le mosche che poi trasportano le spore per la riproduzione.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.