Chiara Ferragni, paura per la figlia Vittoria: “Aveva la febbre alta, siamo stati in ospedale”

Loading...

Chiara Ferragni ha trascorso la giornata in ospedale con la secondogenita Vittoria, dichiarando: “Siamo stati in pronto soccorso. Ora, dopo dieci ore e tutti gli esami, siamo a casa”. 

La piccola è tornata a casa dopo aver passato una giornata in ospedale a causa della febbre alta e della disidratazione. Questa mattina Vittoria era peggiorata, aveva la febre alta, difficoltà respiratorie ed era un pò disidratata, racconta Chiara. Così sono andati in pronto soccorso e dopo 10 ore e l’effettuazione di tutti gli esami, sono a casa e lei si sente meglio. 

Loading...

L’annuncio Instagram

Come sempre, la Ferragni ha utilizzato Instagram per descrivere quanto accaduto alla sua bambina. Ci sono state ore di tensione e di ansia per la piccola di casa Ferragnez, mamma e papà si sono preoccupati e allarmati al punto da chiedere l’intervento dei medici. La piccola non è riuscita a riposare bene stanotte e per questo Chiara e Fedez hanno preferito portarla in ospedale.

I due non si sono fatti vivi su Instagram per tutta la giornata: chi ha notato questo particolare si è subito preoccupato, perché non succede quasi mai che i Ferragnez stiano in silenzio per quasi un giorno intero. E qualcosa è successo davvero, per fortuna nulla di grave. Chiara e Federico non hanno postato nulla sui social da ieri sera, poco fa è stata la Ferragni a farsi viva con i fan. Ha pubblicato delle foto di Vittoria in ospedale con la flebo e insieme a lei.

Nel post si legge che erano appena tornate a casa dall’ospedale, all’incirca alle cinque del pomeriggio, perché la piccola non si è sentita bene e aveva una febbre molto alta. Notando anche difficoltà a respirare e segnali di disidratazione, i due hanno preferito far visitare la figlia. E hanno fatto bene. Tutto si è risolto per il meglio.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.