Allegri, corna ad Ambra? La situazione precipita: “Cos’ha trovato nell’automobile”.

Loading...

Recidivo. Max Allegri, allenatore della Juventus, avrebbe “tradito più volte” Ambra Angiolini. La bomba è sganciata dal settimanale Chi, diretto da Alfonso Signorini, che per primo aveva certificato la fine della relazione tra l’allenatore della Juventus e l’attrice ex star di Non è la Rai. Emergono ora dettagli decisamente piccanti e compromettenti. Ambra, 44 anni, si sarebbe già trasferita a Brescia insieme alla figlia Jolanda, 17 anni, avuta dalla sua precedente relazione con il cantante Francesco Renga. La Angiolini avrebbe lasciato l’appartamento di Milano di Allegri non senza ulteriori polemiche: l’allenatore juventino le avrebbe detto di poter rimanere, a patto però di pagare l’affitto.

Loading...

Ma la crisi sarebbe figlia di tribolazioni più lunghe, e il tradimento imputato ad Allegri sarebbe solo l’ultimo della serie, tanto che Chi ricorda come già durante il lockdown del 2020 la coppia sia stata sull’orlo della rottura e che solo l’impegno di Ambra abbia contribuito a rimettere in piedi il rapporto. Negli ultimi mesi, però, è tutto precipitato.

Ora l’attrice avrebbe deciso di lasciare la casa milanese non solo per comprensibili motivi di natura “sentimentale”, ma anche per “non incappare in azioni legali”, visto che, sottolinea ancora Chi, “il rischio c’è”. La goccia che ha fatto traboccare il vaso sono state, conferma Signorini, le corna ripetute del tecnico bianconero. Ambra ne avrebbe trovato le prove “nell’auto di Max”. I tradimenti sarebbero avvenuti “a più riprese” a Torino. Non mancano peraltro i riferimenti, maliziosi, alle turbolenze sentimentali del passato di Allegri, che nel 1992, 25enne, aveva piantato la futura moglie Erika a due soli giorni dalle nozze e che, in anni più recenti, aveva messo fine al lungo rapporto con Claudia Ughi con tanto di coda velenosa in Tribunale per l’assegno di mantenimento per il figlio.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.