Roma, bimbo di 7 anni sparisce al parco. Una mamma dà l’allarme: “l’ho visto con un indiano”

Loading...

Roma, un bimbo di 7 anni sparisce al parco. La mamma, disperata lancia l’allarme. Durante le ricerche, a cui si uniscono le donne presenti sul posto, qualcuno dice: l’ho visto andare via con un uomo. «Forse un indiano»… L’orco spunta dal nulla: e per un bambino e la sua mamma sono attimi di sconcerto e di terrore. Un intero quartiere sprofonda nel panico. Succede tutto nel giro di pochi, concitati istanti. E quando meno te l’aspetti. Sono le urla di una madre a rivelare l’orrore: suo figlio è sparito da un secondo all’altro, mentre giocava in un’area del Parco delle Energie (ex Snia), spazio verde del quartiere romano del Pigneto.

Roma, bimbo di 7 anni sparisce al parco

Un attimo: è bastato girare lo sguardo per rendersi conto che il piccolo era sparito. Le urla della madre disperata e sotto choc invadono il parco. Tutte le mamme presenti si uniscono alle ricerche, angosciate a loro volta da quanto sta succedendo. E forse, proprio le loro urla hanno indotto l’uomo a desistere dalle sue intenzioni e a rilasciare il bambino adescato poco prima e portato dietro un cespuglio. Una vicenda inquietante, quella accaduta ieri pomeriggio nell’area verde del Prenestino e riferita dal sito di Roma Today che spiega: «Ieri hanno tentato di rapire un bambino di 7 anni al parco della Snia, è il racconto. Di chat in chat la notizia ha raggiunto numerosi abitanti del Pigneto, provocando allarme nell’intero quartiere. E’ vero? Non è vero? Tante le domande giunte anche al nostro giornale», fa sapere il quotidiano sul suo sito. Che poi aggiunge: «La notizia è confermata da fonti di polizia».

Loading...

Attimi di terrore per la mamma disperata

Dunque, un uomo. Sembra uno straniero, avrebbe sequestrato e portato dietro un cespuglio un ragazzino di soli 7 anni. Sparito mentre giocava al parco. Adescato da uno sconosciuto e portato via, a detta delle testimonianze rese dalle persone che erano nei paraggi in quei drammatici istanti, da uno straniero. «Un indiano», raccontano le mamme presenti al parco. Quelle stesse che, a quanto sembra, con le loro urla di disperazione e angoscia, hanno scoraggiato il malintenzionato. Già, perché secondo quanto riferisce sempre Roma Today, sulla base delle informazioni trapelate sul caso, «il bambino sarebbe stato adescato da un uomo che avrebbe provato a rapirlo forse per abusare di lui».

«Era un indiano», raccontano le mamme presenti

Tanto che, in base a quanto fin qui ricostruito, sembra che l’uomo, approfittando di un momento di distrazione della mamma, avrebbe condotto il piccolo in un luogo appartato, accessibile solo da un buco in una rete limitrofa al parco del Lago Bullicante. E in effetti, lo sconosciuto potrebbe aver convinto il piccolo a seguirlo proprio con la scusa di mostragli qualcosa vicino al laghetto. Ma una delle donne presenti assiste alla strana scena. E quando sente le grida della madre del bambino scomparso, la signora rivela di aver visto un uomo allontanarsi con un bambino che risponde alla descrizione fatta dalla madre in quel momento. Attimi di terrore che sembrano interminabili. La tensione è palpabile sul volto di tutti i presenti che collaborano alle ricerche.

Le urla fanno il resto: e il bambino sbuca da un cespuglio

Poi, le urla fanno il resto: sentendo gridare il proprio nome il  bambino è uscito da dietro un cespuglio, spaventatissimo. Mentre l’uomo che si era allontanato con lui fugge rapidamente, dileguandosi nella macchia e facendo perdere le proprie tracce. La mamma del ragazzino protagonista di questa spaventosa vicenda a quel punto ha un malore. Qualcuno dà l’allarme alla polizia e le volanti arrivano tempestivamente sul posto. Dove trovano madre e figlio sotto choc, ma fortunatamente illesi. Ora è caccia all’orco.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.