La Meloni stende Delrio: «Il Tricolore? Non consegnarlo in ginocchio a Francia e Germania»

Loading...

«Oggi il Pd Graziano Delrio ha pronunciato una frase commovente: “La Meloni non mi porterà via il Tricolore, perché il Tricolore appartiene a me prima che a lei”. Sono contenta se la sinistra riscopre l’amor patrio, dopo che per decenni solo la destra italiana ha portato in piazza il Tricolore». La leader di Fratelli d’Italia replica su Facebook a Delrio che dal palco di “Tutta un’altra storia”, incontro promosso a Bologna dal Pd, si è improvvisato difensore del Tricolore. E Giorgia Meloni  aggiunge: «Speriamo però che il Pd non voglia consegnarlo in ginocchio a francesi e tedeschi, come ha provato a fare in questi anni».

Loading...

Meloni, valanga di commenti al post

La replica del web è stata immediata. Tantissimi i commenti degli utenti che criticano ferocemente l’improvvisa riscoperta del Tricolore da parte della sinistra. Scrive un utente: «Non comprendo il significato di questa affermazione. Sarebbe stato più patriottico dire “appartiene a noi italiani ed a tutti coloro che hanno dato la loro vita per difenderlo”. Ma non potrebbe mai dirlo per non essere tacciato di… Ma che vada al dia…». E un altro aggiunge: « Il Tricolore non è un giocattolo o un qualunque pezzo di stoffa colorata ma rappresenta l’italianità. L’appartenenza all’Italia, rispetto massimo nei confronti di quei meravigliosi colori in quanto tantissimi uomini hanno dato la propria vita (di qualunque idea politica) per l’attaccamento al proprio Paese». E un altro ancora ricorda: «Non ve n’è mai fregato nulla dell’Italia delle forze armate e degli italiani, figuriamoci della bandiera. Vai a mettere una bella bandiera sul ponte Morandi»

Oggi il Pd Graziano Delrio ha pronunciato una frase commovente: “La Meloni non mi porterà via il tricolore, perché il Tricolore appartiene a me prima che a lei”. Sono contenta se la sinistra riscopre l’amor patrio, dopo che per decenni solo la destra italiana ha

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.