Conte blinda la poltrona: “Ho il sole, il cielo, il mare”

Loading...

Giuseppe Conte adesso fa i conti con il disastro umbro. Il premier è sempre più solo, più debole e senza una maggioranza solida che possa permettergli di conservare la poltrona di palazzo Chigi fino a fine legislatura.

Loading...

l professore di Foggia sa bene che il segnale umbro è sinistro: venti punti di distacco tra la coalizione di centrodestra e quella di centrosinistra e 5s sono un avviso di sfratto chiaro per l’esecutivo giallorosso. Ma a quanto pare Conte si trova talmente a suo agio tra le stanze dei bottoni che non ha intenzione di mollare la presa sulla poltrona. Anzi la blinda nonostante il tonfo drammatico. A chi gli chiede se questa consultazione regionale possa avere conseguenze dirette sull’esecutivo, Conte ha risposto citando “Meraviglioso” di Domeico Modugno: “Io in discussione? Non ho niente, ma ho il sole, il cielo e il mare”. Il premier insomma pensa a cantare mentre la sua maggioranza va a picco. I numeri sono chiari e per l’asse tra il Pd e i Cinque Stelle di fatto si tratta di una “figuraccia” in piena regola. La Tesei si è imposta con il 57,5 per cento dei consensi contro il 37 di Bianconi. E così comincia l’assedio alle porte di palazzo Chigi. Salvini ai microfoni di Radio 24 non ha usato giri di parole: “Questo non è un governo che rappresenta gli italiani. Non penso possano andare avanti per molto”.

E anche dalle sponde grilline arriva la sirena di allarme con Di Maio che di fatto boccia questo esperimento che ha visto M5s e Pd uniti in coalizione per una tornata elettorale. I Cinque Stelle hanno raccolto appena il 7 per cento. E a poco è servita la passerella di Conte in Umbria. I premier non riesce a rilanciare i consensi per questo governo giallorosso che tra le altre cose si appresta a varare una manovra piena di tasse. Ma Conte si consola con Modugno ignorando l’avviso di sfratto arrivato questa notte durante lo spoglio.

il giornale.it

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.