Mario Giordano: ‘Ai Benetton 5 miliardi di utili in 15 anni da Autostrade, devono stare attenti a non perdere neanche un centesimo’

Loading...

“Avendo incassato appena 9,5 miliardi di utili in 15 anni di concessione autostradale , bisogna fare attenzione a non perdere neanche un centesimo. Altrimenti le future grigliate” dei Benetton “potrebbero essere a rischio”.

Lo ha scritto Mario Giordano in un suo editoriale per La Verità, il quotidiano diretto da Maurizio Belpietro.

L’ex direttore del Tg4 ha anche criticato i media per la copertura degli eventi riguardanti il crollo del Ponte Morandi, gestito dalla società Autostrade di proprietà della famiglia Benetton:

“La riscossa comunicativa dei Benetton è stata annunciata ieri mattina (avantieri, ndr), a suon di titoli, dai giornaloni nazionali, dove finalmente al quarto giorno di cronache della tragedia sono comparse le foto di Luciano: sul Corriere a pagina 5, sulla Stampa a pagina 7. Repubblica invece non ce l’ha fatta ancora, ma non si può avere tutto dalla vita, soprattutto quando si è compagni di consigli d’amministrazione”.

Loading...

“Ovviamente il nome dei Benetton” ha precisato Mario Giordano “viene tirato in ballo dai giornaloni solo per spiegare che è partita la riscossa comunicativa dei medesimi. E anche questo è un fatto straordinario: i giornali che non hanno mai parlato di Benetton, ora parlano della riscossa comunicativa dei Benetton”.

E ha osservato: “Se uno si fosse informato solo su quelle pagine oggi cascherebbe dal pero: ma che c’entrano i Benetton con la tragedia di Genova? Perché devono riscuotersi? Ma devono riscuotersi o riscuotere?”

“In ogni caso,” ha proseguito il giornalista “precisano gli articoli scodinzolanti come Oliviero Toscani, non bisogna criticare il silenzio che ha preceduto il grande sforzo comunicativo, perché «le parole sono importanti, ma anche il silenzio lo è». Del resto si sa che i Benetton sono abbonati al silenzio”.

Guarda il video: “Crolla il ponte ma dalla rassegna stampa sparisce il nome dei Benetton”

 

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.