Sondaggi, il Pd bocciato dal 60% degli italiani

L’Ipsos ha effettuato un sondaggio per il Corriere della Sera che analizza la situazione interna al Pd in vista delle primarie per la segreteria del partito.

I contendenti dovrebbero essere Matteo Renzi, l’ex segretario, e Nicola Zingaretti, il presidente della regione Lazio.

La prima parte del sondaggio evidenzia lo scontento degli elettori Pd nel modo in cui il partito sta facendo opposizione al governo. Il 53% degli elettori del Pd intervistati è convinto che l’opposizione che si sta facendo sia inefficace e che sostanzialmente il Pd sia fuori dalla scena politica.

Mentre tra quelli che votano a sinistra e centro sinistra, il dissenso sale all’83% degli intervistati.

L’altra parte del sondaggio riguarda la sfida per la segreteria del partito tra Renzi e Zingaretti.

In generale l’elettorato di centrosinistra che è interessato alle primarie del Pd eleggerebbe Zingaretti, che ottiene, nel sondaggio, il 43% dei consensi. Renzi si ferma invece al 32%, ma a questi si aggiunge un 25% di indecisi che potrebbero cambiare le sorti della sfida.

Renzi riscuote poco successo, in confronto al suo avversario politico, anche nel giudizio sull’operato.

Tra gli elettori Pd, riceve il 54% dei consensi di un operato positivo, mentre Zingaretti arriva al 64%. Infine, nell’indice di gradimento degli elettori Dem, il presidente del Lazio raggiunge quasi l’80% mentre Renzi staziona al 54%.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.