La furia di Salvini: “O c’è una proposta utile per difendere i rifugiati in Europa, oppure cambiamo le regole così”.

Il Ministro degli Interni non usa mezze misure nell’intervista rilasciata a Porta a Porta con Bruno Vespa.

Forte e chiaro rilancia le linee guida del nuovo governo. Primo, chiarisce che è sua intenzione aiutare chi è in difficoltà nei territori dimenticati del mondo.

Ma non a discapito degli italiani.“La situazione è pesante e nessuno ci ascoltava in Europa. I rifugiati veri sono sette su cento.

Andremo a rivedere la protezione umanitaria, il 30 per cento del totale: Occorrono criteri oggettivi per concederla.” Afferma Salvini.

Conte sarà a Bruxelles per discutere sul tema, a patto che si trovino soluzioni utili. Altrimenti le regole cambieranno. E l’Italia dirà no.

E Salvini continua: “In questi anni c’è un solo vero motivo per cui il Bel Paese ha indistintamente non scremato rifugiati da migranti economici, ed è insito nel business milionario che si è venuto a creare in capo alle cooperative”.

Ormai è sotto gli occhi di tutti come Salvini in poche settimane ha ridato vita e dignità al nostro Paese che adesso occupa il posto che gli spetta anche in Europa.

Per troppi anni siamo stati al servizio degli altri. Come dichiarato dallo stesso Salvini, è giunto il tempo di riprenderci la dignità che per un po’ avevamo dimenticato.

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.